Visualizzazione post con etichetta fatture. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta fatture. Mostra tutti i post

Detrazione breve, ma solo dalle fatture 2017

Le nuove regole sulla detrazione IVA e sui termini di registrazione delle fattura di acquisto si applicano esclusivamente alle fatture emesse e ricevute nel corso del 2017 (sono quindi escluse le fatture del 2015 e 2016 non registrate). L’importante precisazione è stata fornita con l’Audizione del Direttore dell’Agenzia delle Entrate di ieri, giovedì 4 maggio 2017.

Il diritto alla detrazione dell'imposta assolta sugli acquisti o sulle importazioni può essere esercitato al più tardi con la dichiarazione annuale Iva relativa all'anno in cui lo stesso è sorto.

Facendo un esempio: per un acquisto di beni effettuato nel 2018, il diritto alla detrazione potrà essere esercitato dall'acquirente entro il 30 aprile 2019 (termine di presentazione della dichiarazione annuale relativa al 2018).

Questa modifica ha i seguenti pregi:
  • Armonizza le tempistiche della detrazione con quelle di istituti di estrema rilevanza in materia Iva.
  • Crea una maggiore coerenza con il nuovo regime per cassa.
  • È coerente con la normativa comunitaria.

Ricordiamo che per le fatture emesse nel 2015 e nel 2016 non registrate continua ad applicarsi il vecchio termine ultimo ancorato alla dichiarazione relativa al secondo anno successivo a quello in cui il diritto alla detrazione è sorto.

Per tutti i dettagli sulla nuova detrazione breve puoi scaricare il comunicato stampa di Euroconference News.

Fatturazione elettronica: i principali punti di forza

Dal nove gennaio 2017, la fatturazione elettronica non è più limitata alla pubblica amministrazione, ma è stata estesa anche ai privati. Ma di cosa si tratta concretamente? E quali sono i principali motivi per utilizzarla fin da subito?

La fattura elettronica consiste nell'emissione, trasmissione e conservazione delle fatture telematiche, le quali vengono recapitate sia al destinatario che al Sistema di Interscambio nazionale (SdI).

Le fatture vengono inviate in un nuovo formato chiamato FatturaPA 1.2 (un nuovo tracciato XML - eXtensible Markup Language) che permette un veloce ed efficace controllo delle informazioni presenti nella fattura. Tra i vantaggi principali della fatturazione elettronica tra privati abbiamo:
  • Costi di stampa e spedizione azzerati
  • Conservazione più semplice
  • Tempi di ricezione della fattura praticamente nulli
Inoltre, comunicando la propria volontà di aderire alla trasmissione dei dati delle fatture emesse e ricevute entro il 31 marzo 2017, si potrà godere dei seguenti vantaggi:
  • Niente obbligo Spesometro
  • Comunicazione operazioni paesi black list
  • Semplificazioni nelle comunicazioni IVA
  • Rimborsi IVA prioritari senza più visto di conformità sopra i 15mila euro
  • Riduzione di un anno dei termini di accertamento.
  • Non è soggetto alle sanzioni che lo stesso decreto fiscale prevede per chi, volontariamente o meno, commetta errori nella trasmissione dei dati. Sanzioni che possono arrivare fino a mille euro per ciascun trimestre in caso di omesso o errato invio delle fatture e fino a 2mila euro per omessa, incompleta o infedele comunicazione dei dati delle liquidazioni Iva.
    Ricordiamo che la fatturazione elettronica tra privati è ancora opzionale (al contrario di quanto avviene con la pubblica amministrazione).

    OKey Win e tutti gli altri software gestionali di Valves permettono l'emissione delle fatture elettroniche in pochi e semplici passaggi. Per maggiori informazioni potete contattarci con l'apposito modulo online o chiamandoci al numero verde 800992060.