Detrazione breve, ma solo dalle fatture 2017

Le nuove regole sulla detrazione IVA e sui termini di registrazione delle fattura di acquisto si applicano esclusivamente alle fatture emesse e ricevute nel corso del 2017 (sono quindi escluse le fatture del 2015 e 2016 non registrate). L’importante precisazione è stata fornita con l’Audizione del Direttore dell’Agenzia delle Entrate di ieri, giovedì 4 maggio 2017.

Il diritto alla detrazione dell'imposta assolta sugli acquisti o sulle importazioni può essere esercitato al più tardi con la dichiarazione annuale Iva relativa all'anno in cui lo stesso è sorto.

Facendo un esempio: per un acquisto di beni effettuato nel 2018, il diritto alla detrazione potrà essere esercitato dall'acquirente entro il 30 aprile 2019 (termine di presentazione della dichiarazione annuale relativa al 2018).

Questa modifica ha i seguenti pregi:
  • Armonizza le tempistiche della detrazione con quelle di istituti di estrema rilevanza in materia Iva.
  • Crea una maggiore coerenza con il nuovo regime per cassa.
  • È coerente con la normativa comunitaria.

Ricordiamo che per le fatture emesse nel 2015 e nel 2016 non registrate continua ad applicarsi il vecchio termine ultimo ancorato alla dichiarazione relativa al secondo anno successivo a quello in cui il diritto alla detrazione è sorto.

Per tutti i dettagli sulla nuova detrazione breve puoi scaricare il comunicato stampa di Euroconference News.