Backup dati gestionale: come e perché devi farlo

Il backup è una delle poche azioni in grado di salvare i tuoi dati in seguito ad un danno del PC, un attacco hacker e decine di altri pericoli informatici. In questo articolo cercheremo di spiegarti cos'è un backup, perché devi farlo e come si fa.

Cos'è un backup?

Prima di spiegare come e perché farlo, è giusto spiegare cos'è un "backup". Questo termine inglese tanto affascinante quanto semplice si traduce letteralmente in "riserva".

In ambito informatico il backup è una semplice copia di riserva dei dati da recuperare in caso di necessità.

Perché devi fare un backup?

Qualsiasi azione fatta sui PC può mettere a rischio i dati. Solitamente il PC dove si utilizza il software gestionale è lo stesso che si utilizza per la navigazione Web e altre mansioni più o meno rischiose... Quindi una volta danneggiato o infettato, i dati in esso contenuti sono a rischio.

In realtà, la perdita di dati non è sempre causata da un'azione diretta dell'utente... I PC sono macchine e come tali, possono rompersi improvvisamente causando danni anche irreparabili.

Per questi motivi, anche se ritieni di essere un esperto di informatica o "immune ai virus informatici", ciò che ti consigliamo di fare è un backup periodico dei tuoi dati. Adotta questa buona abitudine in ogni ambito e per ogni dispositivo in tuo possesso.

Come fare un backup?

Come detto poco fa (e se non hai letto i due paragrafi precedenti, corri a farlo!) il backup altro non è che una copia di riserva dei tuoi dati. Anche se esistono decine di tool interamente dedicati al backup, in realtà puoi farlo da solo e senza installare software particolari.

Cosa serve per fare un backup rudimentale?Serve semplicemente un supporto di archiviazione esterno (Hard Disk, Pen Drive, ecc) o un servizio di archiviazione cloud (Google Drive, Dropbox, OneDrive, ecc)

Ti sembrerà strano, ma per fare un backup non serve altro che un altro "posto di riserva" dove salvare i dati.

Nel caso tu voglia utilizzare un supporto di archiviazione esterno, ti basta collegarlo al PC e copiarci sopra i dati che vuoi mettere al sicuro (attenzione: ho scritto "copiare", non "spostare"). A questo punto riponi il supporto in un posto sicuro e non utilizzarlo per altri scopi se non per l'eventuale ripristino dei dati.

Se invece hai deciso di sfruttare l'affascinante cloud, il processo è molto più semplice ed economico. Infatti i servizi backup in cloud garantiscono un'archiviazione rapida e sicura... Tutto ciò di cui hai bisogno in questo caso è una connessione Internet che ti permetta di trasferire i dati.

Non esiste un metodo migliore e uno peggiore, devi valutare in base alle tue necessità e in base alle circostanze. In linea di massima, se si dispone di una connessione Internet efficiente, il metodo consigliato è il backup cloud che risulta più comodo, accessibile e affidabile.

Come fare il backup dei dati del proprio gestionale?

Eccoci arrivati alla domanda fatidica... Purtroppo non esiste una guida o una risposta che vada bene per qualsiasi software gestionale, infatti, esattamente come un'automobile: anche se da fuori sembrano tutti simili, ognuno ha una propria architettura. Ci sono software che hanno una vera e propria funzione per il backup, mentre altri hanno una semplice cartella dedicata ai dati.

Quindi a seconda degli strumenti forniti dal programma valuta il metodo di backup migliore per te insieme ai tuoi tecnici.