La PA si prepara a combattere il cyber terrorismo

L'Agenzia per l'Italia Digitale ha pubblicato una circolare nella quale si invita la PA ad adottare le giuste misure per difendersi dagli attacchi informatici (cybercrimine). Tale esigenza è nata in seguito alle numerose segnalazioni di attacchi e all'aumento delle minacce informatiche.
La comunicazione in questione riguarda tutte le amministrazioni dello Stato come istituti, scuole, istituzioni educative, le aziende ed amministrazioni dello Stato ad ordinamento autonomo, le Regioni, le Province, i Comuni, le Comunità montane (consorzi e associazioni), le istituzioni universitarie, gli Istituti autonomi, case popolari, le Camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura (e associazioni), tutti gli enti pubblici non economici nazionali, regionali e locali, le amministrazioni, le aziende e gli enti del Servizio sanitario nazionale.
Un ottimo segnale per lo stato di digitalizzazione del Paese. Tuttavia sembrerebbe che gran parte delle PA siano prive delle risorse umane e dei materiali necessari per adempiere alle nuove misure richieste dall'Agenzia per l'Italia Digitale. Dato ancora più allarmante se consideriamo che il termine ultimo indicato nella circolare è fissato per il 31 dicembre 2017.