La PA si prepara a combattere il cyber terrorismo

L'Agenzia per l'Italia Digitale ha pubblicato una circolare nella quale si invita la PA ad adottare le giuste misure per difendersi dagli attacchi informatici (cybercrimine). Tale esigenza è nata in seguito alle numerose segnalazioni di attacchi e all'aumento delle minacce informatiche.
La comunicazione in questione riguarda tutte le amministrazioni dello Stato come istituti, scuole, istituzioni educative, le aziende ed amministrazioni dello Stato ad ordinamento autonomo, le Regioni, le Province, i Comuni, le Comunità montane (consorzi e associazioni), le istituzioni universitarie, gli Istituti autonomi, case popolari, le Camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura (e associazioni), tutti gli enti pubblici non economici nazionali, regionali e locali, le amministrazioni, le aziende e gli enti del Servizio sanitario nazionale.
Un ottimo segnale per lo stato di digitalizzazione del Paese. Tuttavia sembrerebbe che gran parte delle PA siano prive delle risorse umane e dei materiali necessari per adempiere alle nuove misure richieste dall'Agenzia per l'Italia Digitale. Dato ancora più allarmante se consideriamo che il termine ultimo indicato nella circolare è fissato per il 31 dicembre 2017.

Cosa fanno gli italiani sui Social Media?

Se usati con criterio, i social network site sono i mezzi pubblicitari più efficaci del momento. Creare una campagna pubblicitaria su Facebook è alla portata di tutti, ma per crearne una che abbia successo e che sia in grado di generare conversioni, è necessario conoscere a fondo i singoli social network, i profili e, soprattutto, le abitudini degli utenti ai quali ci si rivolge.

Il social network preferito degli Italiani

Secondo la ricerca di blogmeter.it, il social network preferito del popolo italiano è Facebook. È proprio sul social network nato dalla geniale mente di Zuckerberg che gli italiani passano la maggior parte del loro tempo. A seguire troviamo:
  • TripAdvisor per le recensioni dei locali
  • YouTube per informarsi
  • Instagram per seguire brand e personaggi celebri
  • Amazon e Ebay per gli acquisti  
A seguire troviamo alcuni "social funzionali" utilizzati esclusivamente per scopi specifici. Stiamo parlando di Google Plus, Twitter e Linkedin.

Abitudini legate all'età

Uomini e donne dai 18 ai 34 anni, in media utilizzano più di 7 strumenti tra servizi di messaggistica e social media. Superati i 45 anni di età, la tendenza è di diminuire drasticamente i canali social da seguire, scendendo ad un massimo di 3 canali.
Se la tua strategia è di colpire i giovanissimi (15-17 anni), punta tutto su Instagram e YouTube perché è proprio su questi due social network che la maggior parte dei ragazzi e ragazze passa il proprio tempo online. Il "passaggio" a Facebook, solitamente avviene attorno ai 18-24 anni, quando subentrano nuove necessità.

Cosa fanno gli italiani sui Social Media?

Sembra che i principali motivi che spingono le masse sui social siano la curiosità e l'interesse (21%). A seguire troviamo un segmento di utenza che sfrutta i social network per creare nuove relazioni personali (17%). Poi c'è chi, molto semplicemente, è sui social network per svago o piacere (14%).
Sembra strano, ma al giorno d'oggi, non essere iscritti ad un social network potrebbe suscitare sgomento in alcune persone. Infatti, il 4% degli intervistati dichiara che l'iscrizione ai social network è addirittura inevitabile.

Social per Aziende: come sfruttarli

Poche sono le piccole aziende che hanno capito il potenziale, ma i social network sono strumenti di marketing estremamente potenti, molto più della semplice pubblicità in TV.
Mentre l'utente utilizza i social network divertirsi ed informarsi leggendo e "sfogliando" i contenuti della timeline, di tanto in tanto viene sottoposto ad un contenuto sponsorizzato. Contenuti particolari che le aziende sfruttano sapientemente per pubblicizzare i propri prodotti e servizi.
Dal punto di vista economico, al contrario della pubblicità in TV o in radio, fare pubblicità sui social media è alla portata di tutti: dalle piccole PMI ai colossi come Microsoft e Apple.
Seppur economiche, le pubblicità sui social network richiedono uno studio attento e una solida strategia alle spalle. Senza questi due aspetti, investire denaro in social media marketing potrebbe essere totalmente inutile.

Fatti assistere dai professionisti del settore


Se hai intenzione di pubblicizzare la tua azienda sui social network, non buttarti a capofitto nell'impresa ed evita di sperperare denaro. Il social media marketing efficace richiede strategia e tanto studio, pertanto fatti assistere dai professionisti del settore. Se hai bisogno di una consulenza, contattaci (numero verde: 800.99.20.60) e studieremo una strategia di Web/Social Media Marketing insieme a te!

Uso di Internet: Android supera Windows

La maggior parte degli accessi ad Internet nel 2017 sono avvenuti da dispositivi Android. Di fatto, il sistema operativo mobile di Google ha letteralmente spodestato Windows di Microsoft.
Anche se il PC continua ad essere un elemento fondamentale nei contesti lavorativi, quando si parla di utilizzo customer, la situazione si ribalta completamente. Infatti, in questi ultimi anni, nelle famiglie italiane spesso il PC viene sostituito in tutto e per tutto da smartphone e tablet.
Secondo i dati raccolti dalla società StatCounter, il vero motivo di questo improvviso sorpasso sembra essere l'Asia: continente nel quale smartphone e tablet con Android a bordo sono estremamente diffusi. In Europa e negli USA, il PC continua ad essere il dispositivo più utilizzato per navigare su Internet.
Per quanto riguarda l'utilizzo di internet da PC (portatili e fissi), Windows continua a primeggiare con una percentuale che si assesta attorno all'80%. È considerando tutti i dispositivi tecnologici con i quali si accede ad Internet che si nota l'effettiva differenza con Android che soffia la prima posizione a Windows.  
Aodhan Cullen, CEO di StatCounter ha dichiarato: "Si tratta di un traguardo importante nella storia della tecnologia e della fine di un'epoca. Segna la fine del dominio globale di Microsoft nel mercato dei sistemi operativi, posizione detenuta dagli anni '80. E rappresenta anche un grosso risultato per Android che solo cinque anni fa raggiungeva appena il 2,4% dell'utilizzo globale di internet".
Si tratta dell'ennesimo segnale che il mondo di Internet è sempre più orientato a smartphone e tablet. Se pensi che il tuo sito Web o il tuo eCommerce non sia ottimizzato per il mobile, contattaci (numero verde: 800.99.20.60) e valuteremo una soluzione insieme a te.

I vantaggi di una piattaforma gestionale

Quando arriva il momento di scegliere il software gestionale per la tua azienda, devi considerare un insieme di fattori che, come abbiamo visto, non si limitano al gestionale, ma coinvolgono anche la software house stessa. Al momento esistono numerose tipologie di software gestionali più o meno settorializzati.
Il vantaggio di alcuni di questi software gestionali è che sono estremamente completi nelle loro specifiche funzionalità. Ma lo svantaggio è che sono estremamente limitati alla gestione di determinate problematiche. A causa di queste limitazioni, in caso di necessità, ti servirà un altro software con relativi ulteriori costi.

Alcune tipologie di software gestionali

  • Software di contabilità
    • Gestione delle scritture in prima nota
    • Gestione dei registri IVA e delle liquidazioni IVA
    • Stampe e riclassificazioni del bilancio contabile
    • Gestione delle partite/scadenze
  • Software per il magazzino
    • Gestione della distinta base
    • Gestione dei lanci di produzione
    • Gestione della raccolta dei dati della produzione
  • Software per la produzione
    • Gestione della distinta base
    • Pianificazione del fabbisogno dei materiali
    • Gestione dei lanci di produzione
    • Gestione della raccolta dati di produzione
  • Software per il budgeting
  • Software di gestione ed analisi finanziaria
  • Software gestionale per ristoranti e pizzerie

Perché preferire una piattaforma?!

Come puoi vedere dalla lista sopra riportata, alcune aziende hanno bisogno di utilizzare due o più software per gestire tutte le problematiche. Inoltre, spesso, questi software hanno notevoli difficoltà a "comunicare" tra loro.

A tal proposito VALVES propone la piattaforma O-Key Win, che può essere integrata con vari moduli e verticali per adattarsi alle esigenze delle singole aziende anche con personalizzazioni vestite alle gestioni più’ complesse.

La piattaforma presenta un vantaggio particolare: si tratta di un unico software modulare. Ciò vuol dire che con l'installazione di un semplice modulo aggiuntivo, si possono gestire altre problematiche senza ricorrere ad un nuovo caricamento dei dati, come succederebbe con l’utilizzo di un nuovo software a parte.

La stessa piattaforma permette un rapido scambio di dati. Ad esempio, nel caso di più software gestionali, per registrare un documento di trasporto in contabilità si dovrebbero esportare i dati dal software di gestione aziendale, adattarli per il software di contabilità, importarli nuovamente ed elaborarli... Un enorme spreco di tempo e risorse. Con una piattaforma come O-Key Win invece, il tutto si riduce ad una manciata di click.

Se vuoi scoprire di più in merito ad O-Key Win, i verticali e i moduli aggiuntivi di Valves visita il sito Web o contattaci al numero verde (800 992 060).