Vista e Lavoro al PC: perché ci si affatica e come rimediare?

Chi lavora tutto il giorno fissando lo schermo di un PC lo sa bene: dopo qualche ora, la vista si affatica con importanti conseguenze sulla produttività. Questo anomalo affaticamento avviene principalmente a causa dell'eccessiva secchezza dell'occhio.

Oltre alla diminuzione della lacrimazione dovuta alla minor frequenza del battito delle ciglia (un terzo in meno rispetto ad una situazione normale), quando si legge sui monitor, l'occhio si sforza molto più rispetto alla lettura su carta. La situazione migliora notevolmente sui display di alcuni tablet che sfruttano particolari tecnologie per simulare l'effetto visivo della carta stampata, tuttavia si tratta di rare eccezioni. Infatti, la maggior parte dei PC utilizzati in contesti lavorativi, non godono di questi accorgimenti.

Capite le conseguenze, cerchiamo di fare chiarezza su 5 buoni consigli che potrebbero diminuire lo sforzo della vista e migliorare la tua produttività anche quando lavori col nostro gestionale:
1. Guarda lo schermo da una posizione leggermente sopraelevata, ad una distanza di 50-70 centimetri.
2. Adotta la regola del 20-20-20: ogni 20 minuti, fai una pausa di 20 secondi dal monitor per guardare un oggetto posto a 20 pollici da te (circa 50 centimetri).
3. Dopo 2 ore di lavoro, distogli lo sguardo dallo schermo per almeno 15 minuti.
4. Usa delle lenti apposite per i display. Al contrario dei normali occhiali, hanno la peculiarità di diminuire l'abbagliamento del display, sforzando meno la vista.
5. Evita le lenti a contatto poiché diminuiscono drasticamente la lacrimazione dell'occhio.