Sicurezza informatica: attenti all'uso dei PC in azienda!


Spesso nelle aziende italiane si fa un uso improprio dei PC mettendo a serio rischio la sicurezza e la privacy dei clienti e dell'azienda stessa

Quando si naviga su Internet, qualsiasi pagina Web o file scaricato dalla posta elettronica è un potenziale rischio. Non a caso, molti dei problemi tecnici più comuni sono causati proprio da virus e altri contenuti malevoli presenti sui PC aziendali. 

Fare un uso attento dei dispositivi informatici aziendali e proteggerli adeguatamente è fondamentale per non incappare in seri problemi. Alcuni banali, ma importanti accorgimenti sono:
  1. Installa un affidabile antivirus
  2. Evita di installare software non necessari per lo svolgimento della tua attività 
  3. Evita di navigare su Internet
  4. Fai molta attenzione agli allegati e ai link contenuti nelle email
  5. Evita di introdurre pendrive, hard disk e altre periferiche d'archiviazione che potrebbero contenere contenuti malevoli
  6. Imposta una password complessa per il Wi-Fi
Un caso recente è l'attacco hacker avvenuto nei confronti di Sfmta/Muni: l'azienda del trasporto pubblico della città di San Francisco. Tramite un ransomware, i cyber-criminali hanno criptato tutti i dati bloccando i terminali dell'azienda per numerose ore. La peculiarità del ransomware è che, tramite esso, il cyber-criminale non si limita ad infettare il dispositivo, ma richiede anche un riscatto per riportarlo alla normalità. Nel caso dell'azienda di San Francisco, il riscatto richiesto è stato di ben 73 mila dollari. 

Anche se il fatto è avvenuto negli Stati Uniti, le aziende italiane dovrebbero preoccuparsi e correre immediatamente ai ripari. Negli ultimi anni, gli attacchi ransomware sono aumentati esponenzialmente e gli italiani sono proprio al centro del mirino: attualmente l'Italia è diventata il quarto paese UE più a rischio ransomware, mentre è alla quarantunesima posizione nella classifica mondiale.