L'economia digitale in Italia cresce: nel 2016 rappresenta il 3,3% del PIL

L'economia digitale nel Bel Paese sta crescendo a dismisura e nel 2016 ha fatto sentire notevolmente il suo peso. Per i prossimi anni la situazione potrebbe essere ancora più rosea visto che le aziende sembrano essere sempre più interessate ad investire in competenze digitali e nuove tecnologie


I DATI DELL'ECONOMIA DIGITALE (2016)


I dati recentemente divulgati dalla ricerca di EY e Iab Italia parlano chiaro: la crescita dell'economia digitale in Italia è stata del 7,2%. Il tutto si traduce in ben 52,9 miliardi di euro, pari al 3,3% del PIL (prodotto interno lordo). 


L'IMPORTANZA DELLE COMPETENZE TECNOLOGICHE 


Se qualche anno fa conoscere le basi dell'informatica poteva essere un'optional, nel 2016 non è più così, infatti il 95% delle posizioni lavorative richiedono competenze tecnologiche

Stando ai risultati di questo nuovo studio, anche la domanda di esperti del settore è in notevole aumento. In particolare, c'è più richiesta di: social media manager, analisti programmatori, SEO e SEM. Sostanzialmente, ormai quasi tutte le attività hanno bisogno del loro angolino nel "mondo digitale" e senza queste figure specializzate è quasi impossibile emergere rispetto alla concorrenza. 

Bruxelles ipotizza che entro il 2020 ci sarà un deficit di oltre 800'000 posizioni lavorative nel mondo informatico dei Paesi europei. Questa previsione si basa sul fatto che la domanda per le professioni tecnico-scientifiche sta crescendo a dismisura di anno in anno, mentre il numero di persone competenti cresce piuttosto a rilento.

A tal proposito, VALVES è decisamente preparata, infatti oltre ai vari software dedicati alla gestione aziendale offre numerosi servizi per la creazione di siti Web, campagne di Web marketing, ottimizzazione SEO e molto altro ancora. Per maggiori informazioni, non esitate a contattarci sul nostro sito ufficiale.