Il 73% degli italiani naviga su Internet: un ottimo motivo per "digitalizzare" la tua azienda

Stando al cinquantesimo rapporto Censis la percentuale di Italiani che navigano abitualmente su Internet è aumentata significativamente. Ciò significa che ora più che mai, per un'impresa è essenziale essere presenti sul Web.

GLI ITALIANI CONNESSI: QUANTI SONO E COSA FANNO?


Si tratta del periodo ideale per "presentarsi sul Web" e sfruttarne tutte le potenzialità, questo perché, nel 2016 gli Italiani connessi rappresentano il 73,7% della popolazione. Quando si parla di under 30, la percentuale delle persone connesse è del 95,9%.

Stando al rapporto del Censis, le principali attività che gli italiani svolgono sul Web sono: informazione, intrattenimento (film e calcio), prenotazione di viaggi e vacanze, svolgere operazioni bancarie online e contattare la pubblica amministrazione

PUBBLICITÀ ACCESSIBILE SU INTERNET 


Fino a qualche anno fa, la pubblicità era quasi off-limits per una PMI. Questo perché i media tradizionali (TV, Radio, Quotidiani, ecc) hanno tutt'ora costi proibitivi. Tuttavia, sul Web la situazione è totalmente diversa, infatti è possibile pubblicizzare un prodotto, un servizio o un'azienda con costi relativamente bassi.

Grazie ad Internet, con le corrette abilità e strategie, è possibile fare breccia nel cuore e nelle menti degli italiani connessi che, lo ribadiamo, rappresentano più del 70% della popolazione.

LE ATTIVITÀ FONDAMENTALI PER UNA PMI CHE VUOLE DIGITALIZZARSI


Innanzitutto, le piccole e medie imprese devono necessariamente creare una propria entità sul Web. Mentre l'e-commerce è indicato solo per alcune tipologie di aziende, il sito aziendale con tutte le informazioni principali dell'azienda è a dir poco essenziale. Successivamente, è importante presentarsi sui social network in modo da avvicinarsi ancor più ai clienti e alle altre aziende.  

Tuttavia, queste operazioni devono essere fatte da professionisti del settore. Infatti, un sito aziendale fatto male, un profilo social poco curato o una campagna marketing studiata male, possono tradursi in un enorme spreco di denaro e, nel peggiore dei casi, potrebbero ledere all'immagine dell'azienda.