Ottimizzazione SEO Posizionamento di un Sito Web su Google

parametri seo

Oggi entreremo in maniera più approfondita nel mondo SEO, cercando di spiegarvi la logica e le metodologie da utilizzare per una corretta indicizzazione del vostro sito web:

  • Funzionamento Motori di Ricerca
  • Comportamento Utenza
  • Strategie di presenza sui motori di ricerca (SEO)
  • Consigli utili

Funzionamento Motori di Ricerca
Per chi fosse completamente all' oscuro sull'argomento, queste sono le domande adatte da porsi.
Cos'è un motore di ricerca? che fuonzioni svolge?

Motore di ricerca googleSerp motori di ricerca
Motori di Ricerca

Google è da sempre il motore di ricerca per antonomasia, esso ha il compito di organizzare le informazioni globali e renderle universalmente accessibili, a tutti coloro che puntualmente cercano qualsiasi informazione immettendo le parole chiave per la loro ricerca.
Il motore di ricerca riesce a svolgere questo lavoro grazie ad un un crawler, Googleboot, un software in grado di analizzare tutte le pagine web.Esso è in grado di inserire e catalogare nei server google tutte le informazioni necessarie ad indicizzare le pagine web analizzate. Percio tutte le volte che voi inserite una parola chiave e quindi una ricerca, Googleboot dovrà capire quali contenuti di pagina rispecchiano le vostre parole chiave e ve li spedirà a video sulla SERP(Serch Engine Result Page) cioè la pagina dei risultati catalogati in base ai parametri SEO/SEM che le pagine hanno. 

Nell' immagine vi illustro, un esempio di Serp(risultati organici) differenziando gli annunci sponsorizzati da quelli naturalmente ottimizzati con il SEO.
risultati di ricerca
SERP (Risultati di Ricerca)

Qui invece, quali sono i parametri maggiormente presi in considerazione da Googleboot nella web analisi.




Motori di ricerca serp
Parametri SEO (Visibili)

Comportamento Utenza
Cosa Vuole un Utente?
  • Qualità
  • Attendibilità
  • Sicurezza
  • Accessibilità
  • Velocità
Queste sono le 5 regole a cui un web master si deve attenere perchè la web page abbia successo e visibilità sul web.
Contenuti utili e originali sono alla base, perciò è importante non copiare e incollare contenuti da altri siti web.
Costruire un rapporto di fiducia con l utente che visita il tuo sito, e garantire ad esso una navigazione sicura semplice e intuitiva, magari creando un sito web responsive che si adatta a seconda della risuluzione del dispositivo sul quale si apre il sito.
Attenersi a queste regole però non è sufficiente poiché i googleboot come ti ho anticipato prima leggono i parametri SEO, approfondiamo perciò questo argomento.

Strategie di presenza sui motori di ricerca (SEO)
Cos'è la SEO?

risultati di ricerca

Serch Engine Optimization, avrete sicuramente capito che sono i parametri che google richiede per una corretta indicizzazione, ma sono alla portata di tutti o si ha bisogno di un web master?
Mi dispiace ma si ha bisogno di un esperto in materia per ottenere i risultati sperati. I parametri SEO comprendono: il nome del dominio, il titolo di pagina, la descrizione, i meta-tag, le meta-description e gli attributi title e alt per una corretta catalogazione delle immagini. Questi sono gli attributi più importanti che il boot analizza. La scelta delle corrette keywords all' interno di questi parametri HTML, permetterà il miracolo facendo risultare la vostra pagina web in cima alla SERP.
Qui potete vedere come la riga di codice html, meta-description corrisponda alla descrizione della pagina web sulla serp di Google, essa aiuta l'utente a capire i contenuti della pagina senza accedervi.

Consigli utili:
Vi elencherò comunque alcuni utili consigli che possono servire a voi o al vostro web master.

1) Concentrarsi sulla navigabilità del proprio sito
- Organizza la struttura delle tue pagine web in modo gerarchico
- Semplifica i collegamenti tra di esse in modo da rendere più intuitiva la navigazione
- Attenzione ai contenuti duplicati o copiati poichè vengono penalizzate dai boot le pagine che li hanno.

2) Definisci la conversione
(Avere successo su google significa trasformare gli utenti in opportunità)
- Rendi facile l'iscrizione alla newsletter
- Rendi Visibili Contatti e recapiti per informazioni e acquisto
- Facilità l' accesibilità alle schede prodotto, al proprio carrello e quindi all'acquisto
- Implementa tutti gli strumenti di condivisione

Infine vi consiglio assolutamente di creare un file robots.txt e una sitemap per agevolare l'analisi del proprio sito ai googleboot.
Il primo serve ad indicare cosa e quali contenuti il boot deve analizzare,
il secondo invece lo aiuta a capire come è strutturato, numero di pagine e tipologia di linguaggio.
Miraccomando non vi avventurate da soli all'interno del codice del vostro sito se non avete dimestichezza sul argomento e affidatevi ad un esperto diversamente potreste solo fare danni più che benefici. 
serch engine project